La vita e l'uomo


la vita e l uomoUn condottiero famoso per il suo valore

 
Andrea Fortebraccio, detto Braccio da Montone, nacque a Perugia nel 1368 dai nobili Oddo Fortebracci, conte di Montone, e Giacoma Montemelini. E’ stato un famoso capitano di ventura italiano, uomo forte, coraggioso e trascinatore

, capace di ribaltare, grazie alla sua intelligenza, arguzia e capacità militare anche le situazioni più disperate. Fiero e orgoglioso divenne famoso in tutta Italia per le sue imprese militari, tanto che ancora oggi nei secoli è ricordato per il timore e l’ammirazione che sapeva infondere in coloro che incrociavano il suo cammino. Di lui Manzoni, ne Il conte di Carmagnola, scrisse così: “... Braccio / ... che per tutto ancora / Con maraviglia e con terror si noma” .
Fu governatore di Bologna, rettore di Roma, signore di Perugia, principe di Capua, conte di Foggia e Gran Connestabile del Regno di Napoli. Con le sue gesta valorose fu il più vicino a creare, nel XV secolo, uno Stato unitario dell’Italia centrale.
Durante una battaglia a L’Aquila, il 2 giugno 1424, Braccio da Montone rimase gravemente ferito. Rifiutò le cure ed esattamente tre giorni dopo morì. Il Papa lo fece seppellire in terra sconsacrata e li rimase fino al 1432 quando, per iniziativa del nipote Niccolò Della Stella Fortebraccio, i suoi resti furono trasportati e seppelliti nella Chiesa di San Francesco al Prato a Perugia.

 

Foto: Wikipedia


Il circolo Pan Polis e il Comune di Marigliano

Colombo - Ferraris


 

Sponsors della Manifestazione

sponsors

 

Gens Mariliani Tv