La ristrutturazione


la ristrutturazioneLa famiglia Mastrilli e la trasformazione del castello


Nel 1638 Cesare Zattera vendette per 136800 ducati il feudo di Marigliano con il castello a Giulio Mastrilli, il quale divenne duca di Marigliano nel 1644. Tre anni dopo, tuttavia, il duca fu costretto ad abbandonare il castello a causa dei tumulti

seguiti alla rivolta di Masaniello e non vi poté tornare fino a che il duca d’Andria ed Ettore Carafa riuscirono ad avere ragione degli insorti. Durante il lungo periodo del dominio della famiglia Mastrilli il castello venne ristrutturato e modificato più volte. Il duca Giovanni Mastrilli, nel 1728, aggiunse altri appartamenti al corpo di fabbrica principale, curando anche la costruzione delle logge che lo circondano da tre lati. Dove vi era l’originaria copertura, realizzò, inoltre, un piano ulteriore, adibendolo a zona abitativa. Nel 1751 il duca Mario eseguì altri lavori di restauro e di ampliamento, aggiungendo ai due est e ovest del castello delle gallerie e un boschetto, ricco di fiori e piante e cinto da un muro, al cui interno pose statue e giochi d’acqua.


Il circolo Pan Polis e il Comune di Marigliano

Colombo - Ferraris


 

Sponsors della Manifestazione

sponsors

 

Gens Mariliani Tv